La creazione di un progetto Web, qualunque sia la sua natura, passa ovviamente dall’ideazione e realizzazione di un sito che abbia tutte le caratteristiche necessarie per rispondere a quelle che saranno le esigenze degli utenti che lo consulteranno ed utilizzeranno.

 

Spesso la prima soluzione alla quale si pensa è quella di acquistare un servizio di hosting cosiddetto condiviso. Si tratta della scelta più comune (e sicuramente economica) grazie alla quale il nostro sito Web sfrutterà un pezzettino del server che abbiamo scelto. Questo server viene però contemporaneamente utilizzato da decine e decine di altri siti che hanno grossomodo le nostre stesse esigenze di velocità e spazio di archiviazione. Non è affatto una situazione spiacevole, anzi. Moltissimi siti Web non hanno necessità di chiedere di più e con una cifra irrisoria riescono sicuramente a svolgere egregiamente il loro lavoro sfruttando esattamente questa opzione.

 

Il discorso cambia però quando il sito al quale stiamo lavorando produce giornalmente una mole di traffico molto alta o vi sono degli applicativi che svolgono operazioni particolarmente laboriose per le quali le caratteristiche di un server condiviso sono decisamente carenti. In tutti questi casi è possibile scegliere di acquistare o noleggiare dei server dedicati, dispositivi hardware di una certa potenza il cui compito è quello di erogare in maniera esclusiva al suo client i servizi di web hosting necessari.

 

La difficoltà relativa alla scelta del miglior server dedicato parte però proprio da questa scelta: è meglio l’acquisto o il noleggio? Come per tante altre questioni di questo genere, non esiste una risposta giusta che sia valida in tutti i casi. Molto dipende sia dalla disponibilità economica di partenza – acquistare costerà sicuramente più che noleggiare – e dalle proprie competenze tecniche, fondamentali per la gestione di un server dedicato che è stato acquistato. Di per contro, scegliere l’acquisto potrebbe in ogni caso rivelarsi una scelta vincente nel medio-lungo termine poiché i costi iniziali verrebbero ammortizzati non dovendo periodicamente versare delle somme per il servizio di housing di un server che viene invece noleggiato. Fortunatamente esistono anche moltissimi servizi concorrenziali a prezzi accessibili. Effettuando un’attenta ricerca sarà infatti possibile trovare server dedicati economici ai quali rivolgere la propria attenzione senza spendere un capitale, soprattutto se a noleggio. Ma a cosa dovremo badare nella scelta di una di queste offerte? Scopriamolo.

 

Nella scelta di un server dedicato è importante badare ad alcuni aspetti tecnici fondamentali per evitare un acquisto sbagliato. Il primo è sicuramente la CPU del computer che ci dice praticamente tutto su capacità di calcolo e velocità del processore. Una maggiore grandezza del processore non è particolarmente indicata per supportare siti Web statici ma è caldamente consigliata se il server dovrà sostenere applicativi che compiono operazioni estremamente complesse con una certa frequenza. Altrettanto importante è la scelta di un processore con la giusta RAM per avere a disposizione la memoria necessaria per ogni specifica necessità. Attenzione inoltre al rapporto tra CPU e RAM. Se la seconda è troppo bassa rispetto alla prima il rischio è di rallentare l’intero sistema fino a bloccarlo del tutto. Altro aspetto da non sottovalutare è lo storage ovverosia la capacità del server di immagazzinare dati. La scelta migliore in questo caso esiste ed è quella di dischi SSD i cui tempi di accesso alle informazioni in essi contenuti è notevolmente inferiore rispetto a quelli di altri sistemi.