Nel caso di denti mancanti oppure di denti che nel corso degli anni si siano danneggiati in modo irreversibile, è possibile provvedere al restauro o alla ricostruzione mediante appositi manufatti dentali o protesi realizzati da laboratori odontotecnici. Sono disponibili varie tipologie di protesi, che sarà il medico odontoiatra che vi segue a scegliere e progettare per voi, così che sia possibile rispondere in modo eccellente alle vostre specifiche esigenze. Cerchiamo però di dare una panoramica delle varie protesi disponibili così da fare un po’ di chiarezza sulla questione e avere una prima infarinatura sulle possibili opzioni.

Tra le opzioni in assoluto più diffuse dobbiamo ricordare le protesi mobili che si suddividono in due gruppi:

  • Protesi mobili totali. Con questo complesso nome si intendono le classiche dentiere che tutti conoscono più che bene e che vanno a sostituire in modo totale appunto la dentatura. Le dentiere vengono solitamente consigliate per le persone più anziane, dentiere che nel corso degli anni sono diventate sempre più belle dal punto di vista estetico e sempre più funzionali. Dobbiamo ricordare che anche gli adesivi per le dentiere sono migliorati davvero molto nel corso degli anni, capaci di garantire infatti un’ottima tenuta e un eccellente comfort.
  • Protesi mobili parziali, che riguardano quindi solo alcuni denti. Queste protesti vengono chiamate scheletriti in quanto sono in possesso di uno scheletro realizzato in metallo che viene agganciato direttamente ai denti residui.

Sono poi disponibili anche le protesi fisse, protesi queste che sono consigliate soprattutto per coloro che hanno perso dei denti in età ancora piuttosto giovane e che vogliono riuscire a ritrovare un sorriso impeccabile e la fiducia in se stessi. Le protesi fisse ovviamente devono essere ancorate direttamente all’osso tramite appositi impianti, veri e propri interventi di implantologia quindi. Un tempo per effettuare degli interventi di questo genere erano necessarie tempistiche davvero molto lunghe, almeno 6 mesi di tempo. Oggi per fortuna però, per i soggetti che non hanno problematiche particolarmente intense alle ossa e alle gengive e che hanno una condizione di salute generale piuttosto buona, è possibile optare per un’implantologia molto più veloce che consente di ottenere con appena 3 sedute e nel giro di 3 mesi un sorriso nuovo e semplicemente perfetto. Come è facile capire il costo delle protesi fisse è sicuramente più elevato rispetto al costo delle protesi mobili, ma in alcuni casi si tratta senza alcun tipo di dubbio della soluzione migliore da intraprendere.

Come abbiamo affermato in precedenza, solo il proprio medico odontoiatra è in grado di sapere quale sia la soluzione migliore per le proprie specifiche esigenze. La prima cosa da fare quindi è provvedere a prendere un appuntamento in modo da dare al medico la possibilità di comprendere al meglio la propria situazione e progettare insieme la soluzione migliore. Potete anche decidere di fare affidamento ovviamente su un centro odontoiatrico specializzato proprio in impianti. Ce ne sono davvero molti oggi in Italia di centri di questa tipologia, ma diffidate da quelli in franchising che non sono in grado di garantire la qualità e la professionalità di cui avete bisogno. I centri a conduzione familiare dove il sapere è stato tramandato di generazione in generazione sono invece una scelta più che eccellente, centri dove non troverete solo professionalità, ma anche un’intensa passione per la propria professione e una dedizione altrettanto eccellente verso la salute e il benessere dei propri pazienti.