Lavarsi bene le mani è un gesto assai importante nella vita di tutti i giorni, giacché ci permette di tenere sotto controllo la nostra salute.

Lavarsi le mani deve essere un gesto comune

Quotidianamente ci è capitato diverse volte di entrare in un bagno pubblico di un ufficio, di un ristorante o di un centro commerciale e notare che molte persone non sono solite lavarsi le mani (magari anche voi) con il sapone. In realtà, questo gesto così comune è di grande importanza, poiché ci consente di salvaguardare la nostra salute. Uno studio ha evidenziato, però, che solo il 60% delle persone si lava in maniera corretta le mani, mentre il 10% non le lava affatto ed il 22% usa solo acqua. Nel complesso, quindi, sono solo 6 italiani su 10 a compiere quotidianamente questa operazione. In realtà acquistare dei saponi e dispenser soap online o nei negozi pure per il proprio ufficio è fondamentale, giacché in questa maniera si possono combattere tutti quei microrganismi e batteri che possono creare un problema per la nostra salute. Per chi non lo sapesse, infatti, le mani rappresentano un ricettacolo per agenti patogeni che sono in grado di causare anche problemi di una certa entità al nostro corpo.

I soggetti più a rischio sono i bambini

Ad essere particolarmente a rischio sono soprattutto i più piccoli di casa, dato che quest’ultimi possono incorrere con maggiore facilità ad infezioni, entrando in contatto con germi quando si toccano la bocca, il naso oppure gli occhi. Proprio per questo è assai importante educarli al lavare le mani sin dall’infanzia così da creare una sorta di barriera difensiva dalle malattie trasmesse proprio dai batteri e microbi che si “annidano” sulle mani e tra le dita.  Naturalmente, non sono solo i bambini più piccoli ad essere esposti maggiormente al pericolo dei batteri: pensate, difatti, che pure gli adolescenti possono entrare facilmente a contatto con batteri. Ad esempio, se i ragazzi hanno le mani sporche e toccano il viso pieno di brufoli (magari con qualcosa appena scoppiato), possono peggiorare la situazione, facendo penetrare i batteri ancor di più in profondità. In questo modo, il problema alla pelle aumenta e si possono notare ancora di più i danni provocati dai brufoli. Dunque, sia i bambini sia gli adolescenti devono lavarsi correttamente le mani onde evitare di creare problemi a livello di salute: questo gesto, peraltro, è da ripetersi non solo quando si ritorna da scuola, bensì anche dopo una passeggiata al parco piuttosto che un pomeriggio passato nella sala giochi preferita.

Sotto le unghie si nascondono i peggiori batteri

Il Ministero della Salute ha anche pubblicato e diffuso una guida per spiegare come si esegue quest’azione così comune, che già in molti compiono quotidianamente quando entrano in un bagno pubblico o quello di casa. Nel vademecum si legge che è importante pulire le mani per bene, poiché lo sporco si va a depositare tra le dita, ma anche sotto le unghie. A tal proposito, quindi, è importante sfregare per bene con il sapone in queste aree che abbiamo appena citato, così da poter eliminare con certezza assoluta i microrganismi che sono in grado di entrare nel nostro organismo. Inoltre, non dimentichiamoci che lavando accuratamente le mani possiamo non solo prevenire le malattie e le problematiche di salute al nostro corpo, bensì anche aiutare chi ci circonda. Se trasportiamo – involontariamente – batteri e microrganismi con le nostre mani, anche chi è al nostro fianco può essere soggetto ad infezioni e malattie. Proprio per questo, quando arriva l’inverno, si suggerisce di lavare con maggiore frequenza le mani, onde evitare che l’epidemia influenzale possa diffondersi con maggiore velocità e colpire più persone possibili, inclusi bambini ed anziani.