chrome

Google Chrome è stata una vera innovazione nel mondo dei browser, dopo pochi anni del suo lancio è divento il più utilizzato al mondo, inizialmente il suo rivale numero uno era Firefox, l’unico browser valido alternativo ad Internet Explorer, installato sui pc Windows e sostituito di recente da Edge.

Al momento del lancio Chrome era basato su un’architettura nuova che lo rendeva il browser più veloce e più leggero di tutti, non era necessario chiedersi come velocizzare Google Chrome, perché di per sé offriva il meglio.

Successivamente sono state aggiunte estensioni e plug-in, tutti necessari per navigare e visualizzare correttamente alcuni contenuti sui siti web, di conseguenza, il browser ha iniziato ad appesantirsi.

Un ulteriore rallentamento si è avuto quando Google ha deciso di adattare il suo software alle versioni mobili, introducendo funzioni aggiuntivi come le notifiche, l’aperta di default e Google Now, aggiunte utili ma che hanno influito negativamente sulla velocità, sulle prestazioni e sui consumi.

Ovviamente, a seconda della macchina usata le prestazioni variano, se si usa un tablet con poca RAM o un Netbook, Google Chrome potrebbe sembrare ancora più lento.

Come velocizzare Google Chrome e renderlo nuovamente quello di un tempo? Ci sono alcune operazioni molto semplici da fare che possono migliorare notevolmente le prestazioni del browser, attuabili tramite il menù delle impostazioni.

Possiamo disattivare l’esecuzione sempre aperta di Google Chrome, per farlo dobbiamo cliccare sull’icona che raffigura il logo del browser e poi cliccare sulla voce “Lascia Google Chrome in esecuzione in background” e rimuoviamo la spunta.

Controlliamo le estensioni che non utilizziamo, basta fare click sull’icona “Menu” in alto dello schermo, poi sulla voce “Altre Impostazioni” e poi su “Estensioni”, all’interno troveremo l’elenco delle varie estensioni e potremmo decidere quale disattivare.

Google Chrome ci permette anche di scegliere quando eseguire i plug-in, dobbiamo cliccare su “Impostazioni”, poi su “Mostra impostazioni avanzate”, su “Privacy” e su “Impostazioni contenuti”, avremo una finestra di pop up in cui troveremo la voce “Plug-in”, e spuntiamo la voce “Fammi scegliere quando eseguire i contenuti dei plug-in“.

Infine, potrebbe essere utile non aprire troppe schede contemporaneamente in modo da non sovraccaricare troppo il browser nel caricamento delle pagine e permettergli di dare risposte veloci alle nostre richieste.